Weiter direkt zum [ Seiteninhalt ] oder zur [ Navigation ].

Inhalt der Website: La vostra visita ci fa piacere. Il nostro sito Web vi illustra tutto ciò che vi è da scoprire e le esperienze che si possono fare nel Museo della natura. Lasciatevi sorprendere! Il Museo della natura dei Grigioni è un centro d’informazione per la ricerca naturalistica regionale. Con le sue attività più svariate esso presenta ad un vasto pubblico la natura del Cantone dei Grigioni con le sue caratteristiche, contribuendo così all’educazione alla tutela della natura e dell’ambiente e allo sfruttamento sostenibile delle risorse naturali. Al contempo si mira ad illustrare in modo semplice e chiaro tutti i fenomeni generali come ad esempio l’orogenesi o l’evoluzione. Un pilastro importante del lavoro del Museo è la documentazione della natura del Cantone dei Grigioni e dei suoi cambiamenti. A questo scopo servono le ricche collezioni e la propria attività di ricerca.

Hinweis: Sie haben die von uns definierten Style-Sheets (CSS) abgeschaltet oder Sie nutzen leider einen älteren Browser, daher wird diese Seite anders dargestellt.

Hinweis: Weitere Informationen über die Darstellung dieser Website finden Sie in den Besucherinfos

Bitte nutzen Sie einen anderen Browser wie Internet Explorer 8, Safari 4 oder Firefox 3, da sonst die Website nicht korrekt dargestellt wird.

Wählen Sie eine Sprache aus:
deutsch rumantsch italiano english |

Pfad der aktuellen Seite:
MNG  :  Progetti  :  Mammiferi  :  Diffusione....

Il nostro indirizzo:
Museo della natura · Masanserstr. 31 · CH-7000 Coira · Tel.: +41 (0)81 257 28 41 · E-Mail

Il nostro indirizzo Internet: http://www.naturmuseum.gr.ch
  |   Orari di apertura: Mar - Dom: 10:00 - 17:00 h. Il lunedì il Museo rimane chiuso.
L’arvicola delle nevi – un ‘clandestino del nostro Cantone. E Misurazione di un topo selvatico.

Diffusione ed ecologia dei mammiferi

Da secoli il Museo dispone di una notevole collezione di mammiferi che negli ultimi vent’anni è stata completata in particolare con oggetti di piccoli mammiferi (roditori, insettivori, piccoli carnivori). L’obiettivo è quello di rilevare lo spettro delle specie e la diffusione dei mammiferi indigeni e di comprendere la loro importanza nell’equilibrio della natura. Molte delle 75 specie di mammiferi indigeni sono piccole, difficilmente classificabili e vivono di nascosto. Informazioni sulla loro vita si possono pertanto ottenere innanzitutto catturandoli vivi mediante trappole oppure raccogliendo animali morti. L’osservazione diretta è d’importanza secondaria.

Negli ultimi anni, grazie alla collaborazione con specialisti svizzeri e stranieri, si sono potute acquisire importanti conoscenze su specie poco note, come il topo selvatico alpino (Apodemus alpicola), che soltanto pochi anni fa è stato per la prima volta descritto scientificamente, oppure le specie di montagna come l’arvicola sotterranea del genere Pitymys o driomio (Dryomys nitedula).

Un punto centrale delle attività è costituita dallo studio dell’arvicola delle nevi (Chionomys nivalis). Nel quadro di un lavoro di diploma si è recentemente studiata l’arvicola delle nevi sul campo sperimentale del Museo sul Churer Joch. Una tesi di dottorato, alla quale il direttore del Museo collabora in qualità di consulente, è dedicata allo studio in laboratorio del comportamento sociale dell’arvicola delle nevi.

Un obiettivo di ordine superiore delle ricerche sulla diffusione e l’ecologia dei piccoli mammiferi è lo studio della storia del popolamento dopo l’era glaciale. Di questa tematica si occupa un lavoro sulla variabilità genetica tra l’arvicola campestre (Microtus arvalis) che sta per essere pubblicato.

 

Predatori dimenticati

Per lo studio dei mustelidi l’aiuto della popolazione è di centrale importanza. Clicchi qui per saperne di più e sostenere questo studio.

Ende des Seiteninhalts. [Zurück zur Navigation.]
ufficio della cultura
nach oben

Ende der Seite.